Psicologia clinica

Definizione e campo di applicazione

E’ una delle principali branche della psicologia; essa rappresenta l’applicazione della psicologia stessa in merito alla comprensione, prevenzione e intervento nelle problematiche psicologiche e relazionali sia individuali, familiari e gruppali, comprese anche la promozione del benessere psicologico e psicosociale (insieme con la gestione di molte forme di psicopatologia).

Assetti centrali sulla Pratica

  • Lo Psicologo clinico si rivolge alla prevenzione primaria delle condizioni di disagio personale e relazionale;

  • Alla promozione del benessere psicologico e psicosociale;

  • Alla identificazione precoce delle aree patologiche tramite consulenze e colloqui clinici al fine di individuare e riabilitare problematiche emotive, relazionali, comportamentali e cognitive in situazioni di crisi e/o disagio esistenziale.

Il mio ambito di applicazione

  • La mia area di intervento di tipo clinico-psicoanalitico è rivolto a bambini (newborn), bambini in età pre-scolare, adolescenti e famiglie.

  • L’assetto (assessment) o fasi di intervento peculiare e professionale che prende inizio con la presa in carico del caso, si delinea in aree specifiche o fasi di intervento.

  • La consultazione psicologica o modalità di intervento (stile operativo) consta di un numero di quattro o cinque colloqui di consultazione, una fase successiva di analisi (diagnostica) a cui seguono le considerazioni finali e di restituzione, accompagnate da una relazione scritta.